Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news

CONTI DELLA SANITÀ DEL 2004. IL SEGNO DEL FALLIMENTO DEL CENTRODESTRA, DICE RONZANI


230 milioni di euro di deficit al termine del 2004, cui devono essere aggiunti i debiti dell'Università, del Mauriziano e degli ospedali valdesi. Sono i numeri resi noti oggi dalla Giunta nella Commissione regionale che ha esaminato i conti 2004 della sanità. ''Nonostante i tagli che hanno ridotto all'osso la sanità pubblica piemontese e compromesso la quantità e la qualità di servizi che vengono erogati – commenta Ronzani - nonostante i ticket sui farmaci che nel 2004 sono costati ai piemontesi 70 milioni di euro, nonostante i ticket sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali, costati nel 2004 120 milioni di euro, nonostante un'addizionale Irpef da 220 milioni di euro, la sanità piemontese chiude anche quest'anno con i conti in rosso. E' la prova del fallimento della politica sanitaria del centrodestra che nel 1995 aveva ereditato una sanità con i conti sostanzialmente in pareggio. Allarmante poi il fatto che dal 2002 al 2004 si sia verificato un incremento esponenziale della mobilità verso le cliniche private che in talune Asl, nel giro di due anni, è addirittura raddoppiata. In questo quadro l'Asl 12 registra nel 2004 un passivo tra gli 8 e i 9 milioni di euro, a conferma che l'incremento di budget ottenuto questo anno non è bastato neppure a gestire la situazione esistente''.21 gennaio 2005

Login