Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 7 aprile 2018

Da dove nascono le difficoltà


Da cosa nascono le difficoltà del Pd ad uscire dall' angolo in cui si è cacciato? Dalla sconfitta innanzitutto che è stata pesante e superiore alla più pessimistica delle previsioni. I più pessimisti immaginavano il 22% non un 18 come invece si é verificato.
In secondo luogo pesa la preoccupazione che ulteriori divisioni possano rendere irreversibile la sua crisi politica; l'unità, specialmente nei momenti di difficoltà, è sempre stata considerata un antidoto importante.
In terzo luogo pesano il ruolo che Renzi e la sua corrente continuano ad esercitare nel partito, anche dopo le dimissioni e anche dopo la sconfitta. È, infine, pesano le difficoltà della cosiddetta minoranza interna. In una situazione come quella che si è determinata dopo il voto del 4 marzo dovrebbe essere normale che chi ha perso si faccia da parte e altrettanto normale che la minoranza ponga il problema di un cambio di leadership e di linea politica, candidandosi alla guida del Partito. Nessuno più della minoranza dovrebbe avere titoli e diritto per pretendere una riflessione radicale rispetto alla gestione e alla politica del Pd degli ultimi anni e per candidarsi su una linea diversa alla guida del Partito.
È allora legittimo domandarsi perché questo non sia ancora avvenuto con quella chiarezza che sarebbe necessaria. Sulle ragioni della sconfitta si discute ovunque meno che nel Pd. Ne discutono analisti e commentatori sui giornali, ne discutono alcuni intellettuali su La Repubblica che da alcuni giorni pubblica interessanti interviste, ne discutono le varie correnti, oggi e domani, quella di Orlando e quella di Richetti, meno che il pd è i suoi organismi ai vari livelli.
Le ragioni sono quelle che ho tentato di riassumere all'inizio di questo post a cui io ne aggiungerei una. Riguarda il fatto che per molto tempo l' attuale minoranza abbia condiviso e sostenuto una parte di quelle scelte che oggi giustamente ritiene siano una concausa della sconfitta elettorale e che, proprio per questo, vorrebbe che fossero mettere in discussione. Per tutta una fase infatti i leaders della minoranza attuale hanno ritenuto di doversi identificare con una serie di decisioni che sono state approvate in Direzione e nelle assemblee dei gruppi parlamentari anche da loro.
E non solo per disciplina di partito.
Da qui la richiesta che il partito apra una riflessione di fondo ma anche certe reticenze che finiscono per rendere la loro posizione meno limpida ed efficace.


Login