Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 17 maggio 2018

L'Assemblea Pd


Quindi l'Assemblea Pd di sabato sarà aperta dall'ex Segretario Matteo Renzi.
Alcuni commentatori hanno manifestato un certo stupore. In realtà si tratta di una anomalia solo apparente che dimostra come Renzi non abbia mai rinunciato all'obbiettivo di controllare e governare, il Partito, direttamente o attraverso uomini suoi. Del resto nonostante la sconfitta la sua corrente esprime il Presidente del Partito e i capigruppo di Camera e Senato ed è bastata una sua intervista per bloccare il dialogo con il M5S; una decisione che ha favorito la saldatura con Salvini.
Martina ha annunciato di volersi candidare alla Segreteria, di ritenere che un Segretario con pieni poteri debba essere eletto sabato e che il Congresso vada convocato entro l'anno.
I renziani si oppongono a Martina, che credo considerino un traditore, puntano all'azzeramento delle cariche affinché, come da Statuto, sia Orfini, Presidente del Partito e renziano doc, a gestire la fase congressuale.
Queste due diverse impostazioni sottendono analisi, ragionamenti e obbiettivi politici diversi. É auspicabile che il confronto renda chiare ed evidenti le opzioni politico-strategiche che si stanno confrontando e che il tutto non si risolva con la decisione di rimuovere e/o edulcorare queste diverse impostazioni per difendere una unità solo apparente o di facciata. Il mantenimento dello " status quo" può solo favorire chi ritiene che le sconfitte di questi anni siano state solo un incidente di percorso.
Per questo é auspicabile che si discuta senza diplomatismi e infingimenti sulle ragioni della sconfitta. Occorre domandarsi perché l'esperienza di un governo a guida pd, nato con l'obbiettivo di contrastare la destra e i populismi, abbia finito per favorirli sino al punto di consentire la formazione di uno dei governi più di destra che il Paese abbia mai avuto; quali cambiamenti di linea politica e di leadership questo comporti, compresa la correzione di alcune "riforme" approvate dal governo Renzi. Quali che siano le conseguenze.

Login