Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 9 Novembre 2018

Perché parteciperò alla manifestazione di Torino


Domani parteciperò alla manifestazione di Torino a favore della Tav.
Nei giorni scorsi la maggioranza pentastellata del Comune di Torino ha votato un ordine del giorno che chiede di sospendere la realizzazione del progetto, in attesa della verifica costi-benefici che a molti appare un pretesto.
Più volte in questi anni, da consigliere regionale, ho votato a favore del progetto.
Partecipare alla manifestazione di domani è quindi prima di tutto un atto di coerenza rispetto alle posizioni che ho sostenuto su un tema che continuo a ritenere cruciale per il Piemonte e per l'Italia.
È importante per il Piemonte. Bloccare l'opera significherebbe non soltanto dover restituire le risorse investite dall'Europa, ma assestare un duro colpo all'economia della nostra Regione e alle sue possibilità di sviluppo, immediate e future.
È importante per l'Italia perché il nostro Paese ha necessità di modernizzare il proprio sistema dei trasporti e di realizzare progetti, la Tav è uno di questi, capaci di rendere il nostro sistema infrastrutturale maggiormente competitivo.
Contrapporre la Tav ai sistemi locali di trasporto non ha alcun senso; la prima ci interconnette con l'Europa; i secondi sono fondamentali per ridurre i disagi di centinaia di migliaia di pendolari, modernizzare e velocizzare il trasporto locale. I finanziamenti non sono intercambiabili.
Per anni ho sostenuto che occorre trasferire quote di traffico, passeggeri e merci, dalla strada alla rotaia.
Ecco io partecipò alla manifestazione di Torino con questo spirito e questo obbiettivo. L'Italia rischia un lento e inesorabile declino per ragioni che vengono da lontano e che non possono essere imputate solo a questo governo. Le politiche infrastrutturali sulla Tav ( e fino a ieri sul progetto Tap) di questo governo lo incoraggiano. Per questo devono essere contrastate.


Login