Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 16 marzo 2019

La generazione " green "


Quelle piazze stracolme di giovani gioiosi e combattivi rappresentano una grande speranza. Una nuova generazione è scesa in campo per occuparsi del proprio futuro, per ridurre il riscaldamento del clima e difendere l'ambiente.
La loro mobilitazione è un grande segno di maturità e di sensibilità.
I Capi di Stato e di governo, le istituzioni e i partiti hanno il dovere di entrare in sintonia con le loro richieste che chiamano in causa le responsabilità di tutti.
Per anni, nonostante il raggiungimento di un punto di non ritorno si stia paurosamente avvicinando, gli appelli di autorevoli scienziati sono stati considerati una esagerazione da chi ha preferito sacrificare il futuro del Pianeta sull'altare di un modello di sviluppo che è la causa principale di ciò che sta succedendo
Le stesse conclusioni della Conferenza di Parigi sull'ambiente sono state messe in discussione o in molti casi non vengono rispettate. Trump ha definito il cambiamento climatico un fenomeno passeggero e ha via via smantellato le politiche del Presidente Obama.
Come è avvenuto in altri periodi storici sono stati i giovani e i giovanissimi a richiamare gli adulti alle proprie responsabilità perché come ci ha ricordato Greta Thunberg, diventata il simbolo della lotta per difendere l'ambiente, non c'è tempo da perdere e non si può aspettare che i giovani di oggi diventino le classi dirigenti di domani per intervenire.
Con questi giovani la politica potrà entrare in sintonia, non se qualche suo esponente partecipa alle loro manifestazioni, ma se saprà dar seguito con politiche concrete ad una azione in difesa dell'ambiente e contro il riscaldamento del nostro Pianeta.
Non saranno le blandizie a cambiare il loro giudizio, ma gli atti concreti che, proprio per essere efficaci, devono durare nel tempo e che possono rappresentare altresì una nuova e straordinaria occasione di sviluppo.

Login