Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 10 maggio 2019

L'importanza del voto europeo



Lo schema di Lega e 5 Stelle è chiarissimo: darsele di santa ragione in campagna elettorale per poi contarsi dopo il 26 maggio. Con l'obbiettivo di tornare a governare insieme però, il che dimostra come alcune polemiche siano puramente strumentali. Io non ci credo, ma questo e ciò che continuano a ripetere Lega e 5 Stelle. Questi ultimi, contestano la proposta di chiudere i negozi che, sulla base di una legge dello Stato, commercializzano la cannabis per uso terapeutico. Accusano Salvini di non occuparsi della lotta al traffico della droga e della lotta alle organizzazioni criminali che lo gestiscono; una accusa pesantissima se si considera che viene rivolta al Ministro di un governo di cui fanno parte.
Difendono, a corrente alternata per la verità, il valore del 25 Aprile che il Ministro dell'Interno ( che ha sdoganato la destra fascista) vuole ridurre a una celebrazione di nostalgici della Resistenza.
Ma poi dichiarano che se dipenderà da loro il 26 continueranno a governare con lui, sempre che non sia Salvini, come invece io credo, a mettere in discussione l'alleanza.
Il risultato di questo " teatrino " della politica è che in questo anno Salvini ha "usato" l'alleanza con i 5 Stelle per rafforzarsi. Il 27 maggio in base al risultato elettorale deciderà se rompere l'alleanza o imporre condizioni capestro sulla base dargli ancora un po di ossigeno. Io credo che questo disegno vada contrastato e che le elezioni europee rappresentino un passaggio decisivo per: 1) battere i sovranisti, con cui Salvini ha stretto un patto, ma che il giorno dopo le elezioni ci volteranno le spalle, come dimostrano le dichiarazioni del Cancelliere Austriaco Kurz i cui giudizi nei confronti dell'Italia sono più severi di quelli espressi dagli attuali Commissari Europei. 2) per contrastare la destra di Salvini; una destra che con Salvini considera un reperto archeologico i valori su cui si fonda la nostra Repubblica. In che modo? Secondo me rafforzando elettoralmente le forze della sinistra di opposizione e, in particolare, la lista del PD, che rappresenta un primo passo nella direzione della ri-costruzione di una sinistra ampia e inclusiva, condizione fondamentale per potersi proporre in un prossimo futuro come una credibile alternativa di governo.

Login