Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 12 maggio 2019

Il libro di Nicola Zingaretti



Consiglio a tutti di leggere il libro di Nicola Zingaretti, Segretario del PD. Io l'ho fatto e mi sento di dire che condivido molte delle cose che vengono dette e scritte. Il libro č una sorta di manifesto politico-programmatico che " riposiziona" il PD, riconnettendolo con i valori di fondo e in la sua identitą originaria.
Č del tutto evidente come si tratti di un pensiero politico radicalmente diverso da quello che aveva segnato la stagione del renzismo.
Muovendo da una analisi sulle ragioni della crisi della sinistra e della sconfitta del 4 marzo, Zingaretti indica un cambio di strategia.
La sconfitta č la conseguenza della rottura, anche sentimentale, che si č verificata con il popolo della sinistra e ha tra le sue cause " la sottovalutazione del peso che era venuta assumendo la questione sociale". Per questo per dimostrare di aver compreso " le ragioni di coloro che ci hanno abbandonato, occorre spostare l'asse della nostra proposta, intrecciando il tema dei diritti di libertą con quelli sociali".
Viene cioe' suggerita una analisi della sconfitta del 4 marzo molto diversa da quella di chi aveva sostenuto che le politiche erano state giuste, ma comunicate male.
Il passo successivo riguarda l'analisi delle forze in campo, a partire dal giudizio sulla Lega. Il "salvinismo" rappresenta l'anima della nuova destra italiana; una destra che l'Italia finora non aveva mai conosciuto e che si " muove con una inquietante coerenza", rappresentando il vero pericolo che abbiamo di fronte". Diverso, anche se non meno severo, č il giudizio sull'altro alleato di governo, il M5S che " al contrario della Lega č un campo variegato e composito di forze, tenuto insieme dalla rete e dal sentimento dell'antipolitica". Un giudizio, molto diverso da quello espresso all'indomani del voto e che, facendo di ogni erba un fascio, ha contribuito a saldare l'attuale compagine di governo.
Zingaretti ribadisce che il PD non farą da stampella a Di Maio che " va inchiodato alle proprie responsabilitą". Per questo ritiene che se si aprisse una crisi governo non vi potrą essere altro sbocco che quello delle elezioni anticipate.
Invita a non commettere l'errore di ritenere che la scomposizione dell'elettorato del M5S e il fallimento della attuale esperienza di governo possano tradursi automaticamente in un " consistente travaso di voti verso di noi".
Servono nuove politiche e un sistema di alleanze politiche e sociali in grado di realizzarle. L'obbiettivo č quello di costruire un nuovo campo di forze, unitario e inclusivo per resistere e rendere credibile e percorribile la prospettiva di una alternativa. La lista unitaria presentata per le elezioni europee e il risultato elettorale che otterrą, rappresentano un passaggio fondamentale di questa nuova politica.

Login