Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 8 giugno 2019

Taccuino elettorale: Domani si vota


Domani si vota. Verso le 23 sapremo chi sarà il Sindaco di Biella per i prossimi 5 anni: Corradino o Gentile.
La venuta di Salvini in città per la 2°volta conferma la forte mobilitazione della destra e il valore della posta in gioco.
Corradino ha un obbiettivo: riportare al voto il numero più alto possibile di elettori che al primo turno hanno votato per lui, riducendo il più possibile lo scarto che solitamente si registra tra il primo turno e il ballottaggio.
Salvini è venuto a Biella per la seconda volta per questo e cioè per motivare gli elettori della Lega che a Biella rappresentano l'anima della nuova destra.
Corradino i voti che poteva raccogliere li ha raccolti. Ne ha presi molti, intendiamoci ma ne ha presi di meno rispetto quelli che lo schieramento che lo sostiene ha ottenuto alle europee.
Questo vuol dire che una parte degli elettori hanno votato a destra alle europee, che sono stati il 55%, non hanno ritenuto di dover dare fiducia a Corradino alle Comunali che ha perso per strada un bel po di voti, passando da 55 al 40%.
Gentile ha il problema opposto e cioè quello di portare alle urne e far votare per lui una parte degli elettori che al primo turno hanno votato per liste che non sono andate al ballottaggio, cioè le liste che hanno sostenuto Cavicchioli, Rinaldi e Pizzi. Confida sul fatto che la necessità di battere questa destra agisca come fattore di mobilitazione.
Tutte queste liste, ad eccezione della lista Voglio Sinistra, hanno deciso di non decidere. Quella del PD e la posizione politicamente più incomprensibile perché rivela il venir meno di una solida cultura politica. Credo che, indipendentemente dall'esito del ballottaggio, sarà il partito che pagherà il prezzo maggiore. Perche se vincesse Corradino, molti saranno autorizzati a ritenere che questo sia anche dipesa dalla posizione ponziopilatesca assunta da questo partito. Per contro se vincerà Gentile che molti, tra cui il sottoscritto, auspicano, risulterà evidente come gli elettori di questo partito e delle liste che hanno sostenuto Cavicchioli siano più lungimiranti e avveduti dell'attuale gruppo dirigente del PD.
Non meno pesanti saranno le conseguenze all'interno della destra dove si riaprirà la discussione sulla candidatura di Corradino e coloro che l'hanno indicato verranno accusati di aver proposto un candidato inadeguato, asserendo che con un candidato diverso la destra avrebbe potuto vincere al primo tur o.

Login