Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 22 gennaio 2020

La crisi del M5S e le dimissioni di Di Maio


Di Maio mette le mani avanti e si dimette. Stamattina dovrebbe annunciarlo.
Vuole evitare di finire sul banco degli imputati perché il voto di domenica non promette niente di buono. I sondaggi segnalano il crollo del Movimento 5 Stelle mentre prosegue l'emorragia dei parlamentariche lo abbandonano. Meglio allora giocare d'anticipo.
E siccome dopo le elezioni si aprirà un confronto/scontro Di Maio vuole poter affrontare la nuova fase senza piu' essere il Capo politico; finirebbe sulla graticola perché responsabilità, errori, sconfitte verrebbero imputate principalmente a lui. Di Maio è contrario all'alleanza col PD e su questa linea è probabile che costruisca un asse con Di Battista.
Insomma una mossa tattica che non esclude una sua ricandidatura, ma la crisi del M5S che alle ultime elezioni politiche aveva ottenuto il 34% dei voti, ha ragioni più di fondo e non basteranno le dimissioni di Di Maio a risolverla.
L'esperienza di governo ha messo in luce una distanza siderale tra le politiche antisistema del Movimento e gran parte delle sue posizioni e le scelte che ha compiuto come forza di governo. Perché un conto è costruire una forza di opposizione capace di raccogliere e incanalare i tanti no presenti nella società, ben altra cosa e trasformarli in coerenti politiche e provvedimenti di governo quando non si hanno ne una classe dirigente ne una cultura di governo. Significativo è ciò che è successo proprio in queste ore a Roma dove la Raggi è stata messa in minoranza con il voto determinante di una parte del suo gruppo consigliare.
Inoltre è un non senso continuare a definirsi ne di destra né di sinistra e vagheggiare politiche da terzo polo nel momenti in cui è sempre più evidente il contrario.
Era evidente che prima o poi questi nodi sarebbero venuti al pettine. Oggi devono essere sciolti ma il rischio di implosione e che questo non basti per arginare il declino del Movimento è altissimo.

Login