Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 22 Aprile 2021

Furia e la mia elezione a deputato


In questi giorni, riordinando un po di carte che, oltre a quelle che ho conferito al Centro di Documentazione della Camera dell lavoro di Biella, conservo gelosamente, ho trovato gli appunti delle riunioni che si svolsero in tutte le sezioni del Biellese e della Valsesia per discutere e votare la mia candidatura alla Camera dei Deputati nel lontano ormai 1983.Sono sempre stato un maniaco degli appunti, Beppe Nicolo scherzo' con me per settimane perché tornato da militare avevo istituito " il protocollo " della posta in entrata e in uscita della Federazione Biellese del Pci. (E credo proprio che avesse ragione anche perché l'esperimento venne subito abbandonato).
In quei giorni, mentre cioè iniziava la discussione sulla formazione delle liste, mi cercò Giorgio Napolitano,che all'epoca era Presidente del gruppo parlamentare del pci alla Camera, per comunicarmi che l'ufficio di Presidenza del gruppo in accordo con la Direzione del Partito, riteneva che Gianni Furia, deputato uscente dovesse essere ricandidato. Dissi subito a Napolitano, uno dei più importanti e prestigiosi leader del pci, che " le compagne e i compagni della Federazione erano assolutamente d'accordo".
Furia, dopo essere stato Segretario Regionale del Pci ( quando allora il pci aveva in Piemonte alcune decine di migliaia di iscritti) era rientrato a Biella per essere candidato alle elezioni politiche del 72 nella circoscrizione To-No-Vc. In quegli anni egli e' stato per il giovane gruppo dirigente della federazione ( e in particolare per me personalmente ) un essenziale punto di riferimento. Forte della richiesta di Napolitano mi incontrai con Gianni non solo per informarlo della richiesta di Napolitano, ma per dirgli che la Federazione la condivideva totalmente. Gianni Furia mi lascio terminare il discorso e poi mi disse con grande gentilezza ma altrettanta determinazione che egli non intendeva ricandidarsi e che era giunto il momento di candidare un giovane e che lui personalmente pensava che dovesse toccare a me, nel quadro di un ulteriore rinnovamento del pci e della politica biellese. Questo era Gianni Furia.
Della questione discussione gli organismi dirigenti del pci Biellese e tutte le nostre sezioni che votarono la proposta di candidare il sottoscritto nella circoscrizione
To-No-Vc con 1472 voti a favore e 3 astensioni. Tra i documenti che mi sono capitati fra le mani ho trovato, oltre agli appunti delle riunioni di quelle settimane, i fac simili di scheda e gli appunti delle decine di iniziative che svolsi in quella campagna elettorale potendo contare sul sostegno umano , sul lavoro e sull'affetto di centinaia di compagne, amici e nostri simpatizzanti che furono decisivi per consentire che un giovane di 29 anni potesse diventare un parlamentare della Repubblica.

Login