Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 2 giugno 2021

La Cdl compie 120 anni. Buon compleanno


Buon compleanno!

Oggi 2 giugno, festa della Repubblica, ho partecipato alla celebrazione per ricordare i 120 anni della Camera del Lavoro di Biella. Mentre ascoltavo le bellissime riflessioni di Simonetta Vella, di Livorno Brunello e di Lorenzo Boffa, segretario della Camera del Lavoro di Biella e le letture di Paolo Zanone, non ho potuto non andare con la memoria a donne e uomini come Ercole Ozino, Adriano Massazza (che 30 anni fa ebbe l'idea di dar vita al Centro di Documentazione), Remo Foglizzo, Maria Magadino, Piero Fortunato, Elio Panozzo, Remo Sala, Aurelio Fiore, Angelo Togna che, insieme a tantissimi altri, sono stati alcuni tra i protagonisti della vita e della storia della cgil biellese.
Le persone della mia età hanno avuto la possibilità, la fortuna e l'onore di conoscerli, di lavorare insieme a loro e di apprezzarne la capacità, il loro rigore morale la loro dedizione alla causa dei lavoratori. Se la cgil è diventata il Sindacato più forte è grazie anche a loro. Per chi come me si è avvicinato al Sindacato negli anni 70 e ha potuto partecipare ad una stagione di lotte molto importanti quei dirigenti sindacali, molti dei quali avevano preso parte alla Guerra di Liberazione, hanno rappresentato un punto di riferimento e un modello e un esempio a cui ispirarsi. Certo, come è naturale e giusto che sia, le discussioni non sono mancate, in alcuni casi sono state anche aspre,ma sono sempre avvenute nel quadro di un rapporto di grande solidarietà e rispetto per ciò che queste persone rappresentavano.
Io credo che il grande merito della cgil, che con cisl e uil e' chiamata ad affrontare sfide idedite, sia quello di aver saputo fare i conti con il cambiamento senza mai recidere le proprie radici e smarrire la propria identità. Anche per questo quando oggi sentivo parlare Lorenzo Boffa, da poco diventato Segretario generale della Cdl di Biella, o percepito come, pur appartenendo a una generazione diversa, egli continui ad essere espressione di una storia comune. È la storia di un Sindaco che cerca di mettere le sue idee e i valori in sintonia con le grandi trasformazioni che stiamo vivendo.
E' la storia di un Sindacato che " ha insegnato al contadino del più sperduto casolare d'Italia" che non ci si toglie mai il cappello di fronte al padrone ". E' la storia di un Sindacato che ha promosso il riscatto delle masse di lavoratrici e ne ha organizzato la lotta attraverso le Leghe e Le Camere del lavoro.È la storia di un Sindacato che all'indomani della Liberazione ha partecipato alla ricostruzione economica e morale del Paese, battendosi perché avvenisse nel segno della giustizia sociale.
È la storia del Sindacato che ha difeso le istituzioni di fronte alle minacce golpiste e brigatiste.
È la storia di un Sindacato che si è battuto per difendere i diritti e le tutele dei mondo del lavoro nella convinzione che non vi possa essere una crescita giusta calpestando o negando I diritti.
È un Sindacato che , per dirla con le parole di Landini, vuole che continuare a combattere le ingiustizie sociali, per creare nuove occasioni di lavoro nel rispetto della dignità delle persone e per assicurare un futuro alle giovani generazioni che svolgono per lo più lavori precari e malpagati.
Buon compleanno Camera del Lavoro di Biella!

Login