Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 5 ottobre 2021

Sui ballottaggi


Saranno gli elettori che al primo turno hanno votato, a Roma, per la Raggi e Calenda e a Torino per la Sganga, più naturalmente quelli che non sono andati a votare, a decidere chi saranno i Sindaci della Capitale e di Torino. La Raggi e Calenda hanno ottenuto entrambi tra il 19 e il 20% dei voti. A Torino la Sganga si è attestata sul 10.
Per queste ragioni l'esito del ballottaggio non è affatto scontato.
A Roma Calenda ( che è un parlamentare europeo del pd, una contraddizione enorme) ha già dichiarato che non ha alcuna intenzione ne di fare apparentamenti, che nessun peraltro propone, ne di dare indicazioni di voto. La ragione l'ha spiegata lui stesso: il suo Movimento, e questo è confermato dalle prime analisi sui flussi, ha raccolto voti in tutte le latitudini e cioè da elettori di centro, di destra e di sinistra.
Tutt'al più dichiarera' per chi votera' lui personalmente senza che questo rappresenti un vincolo per il suo Movimento " Azione".
Io credo poi che esista una seconda ragione è cioè che Calenda, forte del risultato elettorale ottenuto a Roma, ( la sua lista è quella che ha ottenuto più voti )ntenda dar seguito al progetto di costruire una forza di centro.
Anche la Raggi non dara' alcuna Indicazione di voto e ha gia' annunciato che la sua lista sarà all'opposizione del Sindaco e della maggioranza che governeranno la Capitale.
Francamenteme era difficile pensare che l'ex Sindaca potesse assumere una posizione politica diversa stante la forte contrapposizione che in questi 5 anni ha caratterizzato i rapporti tra Pd e M5S anche se Conte ha fatto sapere che lui non voterebbe mai per destra; ma anche in questo si tratta di una presa posizione personale ancorché assunta dal leader del M5S.
Non molto diversa è la situazione di Torino dove l'ex Sindaca Appendino ha più volte ricordato che non vi saranno intese possibili con chi ha rifiutato l'accordo che Lei per prima aveva proposto.
In questo momento credo abbia molto senso tornare a discutere se sia stato giusto da parte del gruppo dirigente del PD torinese gestire in questo modo la questione del rapporto col M5S tanto piu che era prevedibile che ci si sarebbe potuti trovare in questa situazione.
È quindi naturale che i candidati che sono andati al ballottaggio si rivolgano agli elettori chi di Calenda, chi della Raggi e della Sganga per vincere e io credo che la differenza la fara' la credibilità dei candidati. A Milano, Bologna e a Napoli i candidati del centrosinistra hanno vinto al primo turno perché erano sostenuti da una maggioranza ampia e cose ma anche, se non soprattutto, perché sono stati ritenuti più idonei a governare le loro città. E credo che anche nei ballottaggi i cittadini useranno questo criterio per scegliere per quale candidato votare.

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login