Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 5 maggio 3022

Il termovalorizzatore di Roma


Nei giorni scorsi il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto al Sindaco di Roma " poteri commissariali " per la realizzazione di un termovalotizzatore nella Capitale. La questione è aperta da tempo e va dato atto al Sindaco Gualtieri di aver avuto il coraggio di affrontarla dopo anni di rinvii e di polemiche. Il M5S che nella consigliatura precedente aveva con la Sindaca Virginia Raggi governo la Capitale si è immediatamente detto contrario sia per ragioni di metodo che di merito. Non è chiaro se questa presa di posizione sia assimilabile a quelle assunte sulla Tav e sul Tap e cioè sia una posizione di " bandiera " o se il partito di Conte rimanga pregiudizialmente contrario alla possibilità di smaltire con i teemovalorizzatori, anziché in discarica, i rifiuti sulla base di quanto stabilito dalla normativa europea che prevede che il 65 per cento di essi debba essere riciclato e il restante 35 per cento smaltito con itermovalorizzatori insieme agli scarti derivanti dal riciclo. Staremo a vedere. Quel che è certo è che Gualtueri si è mosso nella giusta direzione.
L'alternativa ai termovalotizzatori che esistono in tutta Europa non possono essere le discariche. E neppure possiamo pensare che la Capitale del Paese possa continuare a caricare sui camion e smaltire altrove i propri rifiuti in discarica o presso quei termovalorizzati che l'amministrazione Comunale si era finora rifiutata costruire. Un Sindaco serio non si sottrae alle proprie responsabilità e decide nell'interesse della città realizzando un impianto che, oltre a risolvere un problema che ha contribuito a screditare Roma agli occhi del mondo e a rendere invivibile la città, produrrà una serie di significativi benefici economici. Credo che saranno i romani per primi a rendersi conto della importanza di questa decisione.

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login