Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 17 maggio 2022

L'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato


La Finlandia ha chiesto di poter far parte della Nato. La Svezia lo farà nei prossimi giorni.Sono due Paesi storicamente neutralisti e che oggi, dopo l'aggressione russa alla Ucraina, si sentono minacciati. La Svezia ha alle sua spalle una storia di non allineamento che dura da 200 anni.. Entrambi questi Paesi si sentivano piu sicuri fuori dalla Nato. Oggi non è piu cosi Sara Marin è la premier del governo finlandese nonché vicepresidente del Partito socialdemocratico. Non può essere certo accusata di nazionalismo. La Danimarca invece convocherà un referendum per decidere se aderire alle politiche di sicurezza della Unione Europea.
Questo è il risultato della decisione di Putin di annettere la Crimea e di aggredire militarmente l'Ucraina. Il pretesto utilizzato è stata il rischio che l'Ucraina potesse aderire alla Nato, nonostante le rassicurazioni contratie fornite al Capo del Cremlino dai più importanti leaders europei.Sul piano militare l'aggressione non ha sinora prodotto l'esito che il Cremlino aveva previsto per la forte reazione del popolo ucraino e per la risposta di Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Europea e allo stato niente fa ritenere che possa essere raggiunto. Questo e' dipeso dalla decisione di mettere il popolo ucraino nella condizione di potersi difendere. E' una reazione che Putin non aveva assolutamente previsto confidando sul fatto che la risposta europea sarebbe stata la stessa della Crimea, cioè che non vi fosse alcuna risposta. Sul piano politico ha spinto la Finlandia e la Svezia ad avanzare la richiesta di adesione alla Nato, una scelta che certo ridisegna gli equilibri geo-politici a livello continentale e mondiake, ma con la quale i due Paesi ritengono sua possibile garantire maggiormente la propria sicurezza.
Putin ha immediatamente minacciato ritorsioni ma è evidente il rapporto di causa effetto tra la decisione di invadere l'Ucraina e la richiesta di adesione alla Nato di Finlandia e Svezia. Cè un solo modo per evitarla forse: che si ritorni alla situazione che esisteva prima della invasione della Ucraina e si raggiunga un accordo di pace di cui faccia parte l'impegno a costruire una Helsinki 2, cioè una nuova intesa sulla sicurezza. Al punto in cui sono giunte le cose questo è mient'altro potrebbe spingere la Finlandia e la Svezia a riconsiderare la decisione e la Nato a non precipitare la decisione.


Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login