Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 27 giugno 2022

Riflessioni sul voto di domenica


Com'era prevedibile nel centrodestra è guerra "di tutti contro tutti." La Meloni si dice soddisfatta del risultato elettorale ottenuto dal suo partito in questa ultima tornata delle Amministrative ma il centrodestra, che è poi quello che conta, nei ballottaggi di domenica ha perso Comuni importanti: Verona, Alessandria, Catanzaro, Piacenza, Parma, Monza. Salvini, la Meloni e Berlusconi escono sconfitti da questa tornata elettorale e le loro divisioni interne ne rappresentano la causa principale. Hanno votato solo 4 elettori su 10 e questa disaffezione dovrebbe far riflettere sia chi ha vinto, sia chi ha perso. Invece la bassa affluenza viene utilizzata dalla destra per edulcorare il risultato elettorale del centrosinistra. Lo scorso anno il centrodestra ha perso Milano e a Roma perché, si era detto, non ha saputo scegliere i candidati giusti. Nelle ore successive i tre leaders si erano impegnati a non commettere piu quegli errori, ma in questa tornata elettorale il risultato è stato ancora peggiore.
La lotta per la leadership dentro la coalizione in vista delle prossime elezioni politiche continua a prevalere su tutto il resto e sulla esigenza di parlare al proprio elettorale il linguaggio della unità ma così si perde.
Quello che è successo domenica è la dimostrazione di come in politica due più due possa anche non fare quattro. Il PD e il centrosinistra hanno affrontato questa campagna elettorale in una condizione di maggiore difficoltà, con Calenda e altre formazioni centriste che si sono presentati al primo turno con liste autonome, nella convinzione che in alcune realtà avrebbero potuto andare al ballottaggio e con un M5S che ha subito una scissione tra il primo e il secondo turno.
Letta ha perseguito l'obbiettivo di unire il campo del centrosinistra sin dal primo turno e laddove questa non è stato possibile ha lavorato per realizzare tale convergenza in occasione dei ballottaggi. I fatti gli hanno dato ragione.
La destra, che veniva data per vincente in molti Comuni, proprio perché divisa, ha perso; pd e centrosinistra hanno vinto.
C'è materia su cui riflettere sia nel centrodestra che nel centrosinistra. Se la Meloni e Salvini continueranno a litigare su tutto, ritenendo che la questione della leadership per la guida del governo debba prevalere sul resto, ne uscira' fortemente indebolita la credibilità della coalizione. Non credo però che siano disposti a fare un regalo così grande al centrosinistra anche se la diversa collocazione politico-parlamentare di Fratelli d'Italia, la Lega e Forza Italia non favorirà una ricomposizione unitaria.
Letta e la sua politica escono obbiettivamente rafforzati dal voto di domenica. Se il risultato fosse stato un altro i suoi oppositori interni erano pronti a presentargli il conto. L'obbiettivo del segretario dem è quello di costruire una alleanza tra il pd, le forze di centro che non intendono fare accordi con la destra, il M5S e il nuovo raggruppamento di Di Maio, partendo dalle idee- forza e dai contenuti che dovrebbero qualificare un programma di governo. E' indubitabile che risultato di queste ultime amministrative lo incoraggi a continuare a muoversi in questa direzione.

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login