Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






foto news
Biella, 20 novembre 2022



Quale è stata la narrazione del governo sugli sbarchi in queste prime settimane? Che bisognava colpire le Ong perché incentivano l'immigrazione. Un assunto ideologico smentito dai fatti dei quali il Ministro dell'interno è ha conoscenza. Ma siccome bisognava trovare " un nemico " eccolo individuato, non già in chi specula sulla pelle di donne, uomini e bambini,ma nelle Ong. Ma questa è la destra che adesso è al governo. Ma diamo la parola ai numeri.
Gli sbarchi avvenuti nelle ultime tre settimane senza Ong, sono stati 15.374 e sono avvenuti per lo piu su pescherecci partiti dalla Libia orientale. E qui si pone la seconda domanda che per la verità non mette in imbarazzo solo la politica di questo governo ma anche quella dei governi precedenti, demolendo la " dottrina Minniti": gli arrivi complessivi dalla Libia sono stati 50.000 per cui gli accordi e i soldi che noi diamo a quel Paese sono o carta straccia o buttati al vento. Tutto questo mentre le Nazioni Unite continuano a denunciare le vessazioni, le torture e le sevizie che giornalmente vengono compiute dalle milizie libiche ( che noi finanziamo) nei confronti dei migranti rinchiusi nei centri di detenzione.
Ma l'obbiettivo del governo e' mostrare i muscoli, dimostrare o far finta di dimostrare che con questo governo la musica è cambiata.
In realtà non c'è alcuna correlazione fra partenze e presenza in mare delle ong. È quanto emerge dagli studi di Matteo Villa, dell'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi). "È vero che in questo momento sta succedendo qualcosa, nel senso che se prendiamo gli sbarchi di novembre sono i più alti in assoluto. A livello annuale parliamo di 100mila sbarchi, quindi non si può affermare che non siamo in emergenza. Il problema è che questa situazione non si affronta con la lotta alle ong."

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login