Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 11 Marzo

Ciarrapico non dovrebbe essere candidato


Ciarrapico si dichiara fascista e mette in imbarazzo sia Bossi che Fini i quali gli hanno chiesto di fare un passo indietro, invito che l’interessato non ha ritenuto di dover accogliere.
Che il Popolo della Libertà candidi una persona che si dichiara fascista è una contraddizione in termini.
Domenica a Salussola si è svolta una manifestazione per ricordare l’eccidio compiuto dai fascisti. Quest’anno non era presente il partigiano Pittore, unico superstite al quale il Presidente Emerito della Repubblica Ciampi aveva conferito l’onorificenza di Cavaliere per il contributo dato alla lotta contro il fascismo.
Insieme a molti partigiani e a molti cittadini a Salussola erano presenti anche moltissimi Sindaci del Biellese, una parte dei quali si riconosce politicamente nelle posizioni del PDL, Per questi amministratori ricordare l’eccidio di Salussola è un dovere politico e morale, indipendentemente dalla collocazione politica perché comune è la condivisione dei valori dell’antifascismo e della Resistenza da cui è nata la Costituzione.
Credo che anche per loro sia imbarazzante dover constatare che nelle liste del PDL è stato candidato un signore che senza ritegno dichiara di non avere mai rinnegato il fascismo.

Wilmer Ronzani

Biella, 11 Marzo 2008









Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login