Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 3 Aprile

Alitalia sull'orlo del fallimento


Alitalia è a un passo da una crisi irreversibile. La boutade di Berlusconi sull’ipotesi di una cordata italiana che non si è però manifestata, unita al rifiuto del piano presentato da Air France da parte delle organizzazioni sindacali, ha reso la situazione di Alitalia sempre più drammatica. Berlusconi ha creato illusioni a cui non hanno corrisposto finora dei fatti concreti, mentre invece l’ipotesi avanzata dal sindacato che ha proposto l’ingresso di Fintecna nella nuova Alitalia con l’obiettivo di salvaguardare i 3300 posti di lavoro è tale da rendere impossibile uno sbocco positivo della trattativa e non consente di realizzare un piano industriale credibile sia sotto il profilo della riorganizzazione della nostra compagnia di bandiera che dal punto di vista del risanamento finanziario della società.
Il superamento della crisi finanziaria di Alitalia che ogni giorno costa al contribuente italiano 3 milioni di euro e un piano industriale credibile, all’interno del quale affrontare ricorrendo agli ammortizzatori sociali il problema degli esuberi, sono due facce della stessa medaglia, un nodo ineludibile per qualsiasi operatore, italiano o straniero, che intenda occuparsi seriamente della nostra compagnia di bandiera.
Il rischio è che la situazione che si è determinata porti dritti al fallimento che avrebbe conseguenze assai più drammatiche.
Non vedo alternative all’impegno per riannodare i fili della trattativa con Air France. Se esistono invece imprenditori disposti a farsi avanti è questo il momento per farlo.

Wilmer Ronzani

Biella, 3 Aprile 2008

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login