Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani Wilmer Ronzani






Biella, 17 Giugno

Approvata la nuova legge sull'editoria


Il Consiglio Regionale con un voto unitario ha approvato la legge a favore dell’informazione locale e della piccola editoria. Destinatari del provvedimento sono i piccoli editori e la stampa di informazione periodica locale. La legge stanzia un milione e mezzo di euro. Potranno accedere ai benefici di legge i giornali che escono regolarmente da almeno due anni dall’entrata in vigore della legge, con frequenza non quotidiana e almeno settimanale, finalizzati esclusivamente alla informazione locale, con una pluralità di contenuti informativi e che abbiano una struttura con almeno due dipendenti anche a part-time.
I contributi che non potranno eccedere i 30 mila euro l’anno potranno essere erogati in conto interesse per favorire l’accesso a mutui a tasso agevolato, per l’acquisto della carta, per l’abbonamento ad un massimo di due agenzie stampa di informazione regionale e nella forma di una riduzione dell’Irap al 2,25 per cento a partire dal 2009.
Per quanto riguarda invece la piccola editoria vengono previsti una serie di contributi in conto interesse per poter accedere a mutui agevolati, per incentivare l’acquisto delle opere prodotte da editori piemontesi da parte della Regione, per favorire la lettura delle editoria libraria e per sostenere le aziende piemontesi che producono riviste periodiche monografiche.
E’ una buona legge che si pone un obbiettivo preciso: favorire la sopravvivenza dei giornali locali di cui le Province piemontesi sono ricche e di contribuire al consolidamento della piccola editoria.
Il rapporto tra lettori e giornali locali deve essere consolidando in nome del pluralismo e della necessità di favorire quella diffusione della informazione locale capillare, essenziale per una regione cosi ricca di tradizione e di identità locali.

Torino, 17 giugno 2008

Cookie policy - Preferenze Cookie

 

Login